Irpinia
Viaggio enogastronomico in Irpinia, tra territorio e prodotti tipici
1 Febbraio 2022
vacanze romantiche Italia
Vacanze romantiche e green Italia: 10 mete turistiche consigliate
15 Febbraio 2022

Cosa vedere a Pietrelcina in provincia di Benevento

Cosa vedere a Pietrelcina - Turismo religioso

Un piccolo paesino sperduto tra le montagne del sud Italia ospita la casa d’infanzia di uno dei santi più famosi e amati del XX secolo.

La pittoresca città di Pietrelcina è un piccolo borgo nell’Appennino campano, si trova sugli Appennini non lontano dalla città di Benevento, a soli 10 chilometri, ed è un’oasi di pace che ha avuto grande influenza sulla personalità di Padre Pio. Originariamente Pietrelcina era un castello baronale circondato da possenti mura e con due porte d’ingresso, Porta Giardino e Porta Madonnella. Ci sono diversi luoghi da visitare legati alla vita di Padre Pio, oltre alla sua casa d’infanzia, come ad esempio la chiesa dove fu battezzato. Si organizzano interessanti visite guidate che seguono le orme del santo attraverso la città, anche se il luogo di pellegrinaggio più noto si trova a circa 170 chilometri da Pietrelcina, ovvero il Santuario di Padre Pio a San Giovanni Rotondo.

Da Pietrelcina si gode di una bellissima vista sui monti circostanti e il centro attrae già da diversi anni folle di fedeli cattolici che venerano San Pio, uno dei santi più amati e venerati del XX secolo. Conosciuto anche come Padre Pio, iniziò ad essere venerato in tutto il mondo per aver ricevuto le stigmate e per le sue capacità soprannaturali che gli permettevano di comunicare con gli angeli, di ricevere visioni e di fare miracoli.

Cosa vedere a Pietrelcina, importante meta del turismo religioso

Molte delle attrazioni del piccolo paese sono legate al santo mistico, che è nato e cresciuto a Pietrelcina prima di indossare l’abito francescano e diventare frate.

La casa di Padre Pio a Pietrelcina

Padre Pio nacque con il nome di Francesco Forgione nel 1887 in una famiglia di contadini poveri e profondamente religiosi, e presto decise che avrebbe dedicato tutta la sua vita a Dio. La casa dove visse la sua famiglia è ora aperta ai visitatori, offrendo uno sguardo non solo sulla prima parte della vita del santo, ma anche sulla società rurale dell’Italia meridionale al volgere del XX secolo.

La casa museo non è in realtà una singola unità, ma consiste in diverse stanze lungo la stessa strada, una piccola e stretta viuzza nella parte più antica della città. Una stanza è il luogo dove è nato Padre Pio, la camera da letto dei suoi genitori. C’è anche una botola sul pavimento che portava al magazzino dove viveva l’asino della famiglia, che veniva usato per il trasporto tra la città e le fattorie di campagna.

Un altro edificio sulla strada ospita altre due stanze. Una è la cucina di famiglia, che ha ancora i mobili originali e il camino. L’altra è la camera dei bambini che Padre Pio divideva con i suoi fratelli e sorelle, spesso dormendo per terra con una pietra come cuscino. Secondo la credenza, questa camera da letto è il luogo dove Padre Pio ebbe le sue prime visioni ed esperienze soprannaturali.

Chiesa di Sant’Anna

È una chiesa costruita nel XIII secolo e poi ricostruita nel 1688 a seguito del sisma. Ci sono due navate, il soffitto è ligneo e la chiesa è arricchita da alcune sculture anche queste lignee, presenti in una delle navate.  San Pio fu battezzato in questa chiesa il 26 maggio del 1887, ricevette la prima comunione nel 1899 e vi fu cresimato. Sulla sinistra si trova la fonte battesimale mentre sotto l’altare si trovano le reliquie di San Pio Martire cui Padre Pio era estremamente devoto e dal quale trasse spunto per il suo nome religioso.

Chiesa della Sacra Famiglia

La costruzione di questa chiesa a tre navate fu completata nel 1951, è in stile neoromanico con la navata centrale più imponente rispetto alle due navate laterali. Queste ultime sono sovrastate da volte a botte mentre la navata centrale presenta una navata a crociera. Le navate laterali sono caratterizzate dalla presenza di alcuni altari e arricchite da mosaici e sculture lignee.

Piana Romana e la Cappella di San Francesco

A Piana Romana, località poco distante dal paese dove la famiglia Forgione possedeva degli appezzamenti di terreno, si trova una minuscola cappella costruita nel 1958. Si tratta di un piccolo edificio che fu edificato proprio sul punto in cui San Pio era solito pregare in una piccola capanna di paglia. Questo luogo è sacro perché è ancora presente l’olmo sotto il quale il santo ricevette le stimmate. Si racconta che si è tentato più volte di sradicarlo con le ruspe ma l’olmo non ha mai ceduto, segno questo della presenza fortissima del santo in questo luogo. Lì nei pressi vi è anche il pozzo che venne scavato nel punto esatto indicato dal santo al padre, irritato perché non riusciva a trovare l’acqua necessaria per irrigare i campi. La Cappella è un’unica aula e l’intera area colpisce per il silenzio e il misticismo che vi si respira.

Museo di Padre Pio

Si trova in Viale Cappuccini e fu edificato proprio sul luogo che indicò Padre Pio a don Salvatore Pannullo, arciprete dell’epoca. Il Museo fu finanziato dalla ricca americana Mary Pyle che fu ospitata nel convento per svariati anni. Dal 1947 è abitato dai frati cappuccini ed ospita alcuni oggetti appartenuti al santo, come la sua tunica insanguinata che era solito indossare quando si flagellava. Ci sono anche alcuni scritti nei quali il santo descrive le notti in cui il diavolo veniva a trovarlo e le lotte che sosteneva contro di lui.

Perché visitare Pietrelcina

A parte i luoghi sacri e pieni di misticismo di cui abbiamo appena parlato, vale la pena visitare Pietrelcina perché è un borgo bellissimo, molto ben tenuto, ordinato e dal quale si gode una vista panoramica fantastica sulle vallate circostanti. Percorrere le sue viuzze strette fra le vecchie case di pietra è un po’ come fare un viaggio indietro nel tempo. Ci sono poi botteghe artigiane che vendono prodotti tipici di sicuro interesse. Ovunque regna il silenzio e pensare che quelle strade strette e quelle antiche case sono state percorse e frequentate da San Pio rende la visita a Pietrelcina unica e densa di fascino.

Vieni a Pietrelcina e visita le vie e i luoghi che hanno visto crescere San Pio da giovane. Un luogo mistico immerso in una natura rimasta incontaminata, dove il tempo sembra essersi fermato. Rivolgiti alla nostra Agenzia a Benevento per una visita guidata, ti mettiamo a disposizione pullman granturismo, minibus e auto a noleggio con conducente per un’esperienza che rimarrà indelebile nei tuoi ricordi. Contattaci allo 0824482030 oppure compila questo form di contatto.