viaggio di gruppo con gli amici
Come organizzare un viaggio di gruppo
18 Maggio 2021

Il Premio Strega per la prima volta a Benevento

Premio Strega Benevento

Il Premio Strega a Benevento per la prima volta.

Ad annunciarlo è stato il sindaco Mastella con queste parole: “Per la prima volta in 75 anni sarà proclamata qui a Benevento, presso il Teatro Romano, il prossimo 10 giugno, la Cinquina Finalista al Premio Strega 2021”.

Conferenza stampa di presentazione del Premio Strega 2021

È stata ufficializzata per venerdì 21 maggio alle ore 12:00 la conferenza stampa che avrà luogo al Teatro Romano per presentare l’annuale appuntamento con il Premio Strega. Il prestigioso Premio, nato nel 1947 con l’intento di contribuire attivamente alla rinascita culturale del Paese, si è sempre caratterizzato per le sue giurie ampiamente democratiche.

Alla conferenza parteciperanno il primo cittadino Clemente Mastella, il regista Renato Giordano, il presidente di Strega Alberti Benevento spa, Giuseppe D’Avino, l’assessore alla cultura Rossella Del Prete e infine Stefano Petrocchi, Direttore della Fondazione Bellonci.

Ricordiamo anche che i promotori del Premio Strega sono il Comune di Benevento, Strega Alberti spa e la Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, con il contributo della Camera di Commercio di Roma, di BPER Banca e la sponsorizzazione tecnica di IBS.it insieme alla partnership della Rai.

Sponsor tecnico della manifestazione è Mazzone Viaggi srl, da anni sempre presente nell’organizzazione dei più importanti eventi del capoluogo sannita, che metterà a disposizione degli autori del Premio Strega auto, minibus e bus per tutti gli spostamenti di cui avranno bisogno.

Le parole del sindaco di Benevento

Clemente Mastella: “E’ un evento importante per tutta la cultura italiana e un successo mediatico per il nostro capoluogo sannita. Il Premio, promosso da Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e Liquore Strega, con questo risultato rafforza ancora di più il suo legame imprescindibile con la Città di Benevento”.

Alle parole del sindaco hanno fatto eco quelle del presidente della fondazione Bellonci, Giovanni Solimene: “Ci è sembrato giusto, in un anno speciale per il Premio, tenere l’incontro a Benevento, la città del Liquore Strega. Già nelle scorse due annate, a causa dei lavori di ristrutturazione di Casa Bellonci, ci eravamo spostati al Tempio di Adriano della Camera di commercio di Roma, che ringrazio per l’ospitalità. Ora i lavori sono terminati, ma le norme anti Covid-19 ci impediscono di poter accogliere le tante persone che di solito partecipano all’appuntamento, mentre al Teatro Romano di Benevento la proclamazione potrà svolgersi alla presenza dei dodici candidati e del pubblico, nel rispetto delle norme di prevenzione della pandemia.”

Infine, le parole di Giuseppe D’Avino, presidente di Strega Alberti Benevento: “Desidero ringraziare il Comune di Benevento per la disponibilità ad organizzare nella nostra città l’importante tappa della selezione dei finalisti al Premio Strega. È una manifestazione molto sentita da noi e da tutta la cittadinanza, con cui esiste un evidente e profondo legame storico e culturale. Un grazie anche alla Fondazione Bellonci, perché ha saputo dare luogo a un bellissimo evento, reagendo in modo proattivo alle difficoltà causate dalla pandemia”.

Il 10 giugno la selezione della cinquina finalista

Dal mese di giugno i candidati alla palma del vincitore inizieranno a muoversi lungo il Paese dove saranno ospiti dei numerosi eventi culturali per presentare le loro opere.

Per la prima volta, però, è nel capoluogo sannita che avrà luogo la presentazione dei dodici candidati e la successiva selezione dei cinque autori finalisti della LXXV edizione del Premio Strega. L’appuntamento fissato per questa importante fase di selezione è per giovedì 10 giugno alle ore 18:00, sempre al Teatro Romano che presterà la sua incantevole cornice alla kermesse. Alla presentazione potrà partecipare il pubblico nel rispetto delle vigenti normative anticovid.

Appena scelta la cinquina, gli autori finalisti partiranno per un tour promozionale che toccherà diverse località, fra cui Bisceglie e Macerata, dove si concluderà il tour il prossimo 3 luglio.

Infine, dalla cinquina finalista uscirà il vincitore che verrà proclamato giovedì 8 luglio.

Anche quest’anno, quindi, la selezione dei 5 finalisti non si terrà a Roma a Casa Bellonci, dopo che questa è stata trasformata in museo a seguito dei lavori di ristrutturazione

Il manifesto del Premio Strega è “Una danza Selvaggia”

 Un particolare interesse ha destato la locandina di presentazione del Premio, raffigurante delle streghe moderne che danzano un sabba sfrenato e coloratissimo in difesa dei loro diritti e della loro condizione. L’autore del manifesto, Lorenzo Mattotti, ha inteso interpretare questo moderno sabba come un rituale augurale, un inno celebrativo ai 75 anni del Premio Strega da festeggiare con freschezza e ritrovata modernità.

Il presidente Mattarella omaggiato dei 12 libri

 Lo scorso 14 aprile il Presidente Mattarella è stato omaggiato dei 12 libri candidati alla finale, nel corso di un incontro tenutosi al Quirinale con una rappresentanza del Comitato Direttivo del Premio Strega. Mattarella ha ricevuto in omaggio anche “Il Premio Strega” ovvero il volume scritto da Maria Bellonci che narra l’origine del premio, insieme a un’edizione della Costituzione Italiana stampata dalla Fondazione Bellonci nel 2006 insieme a UTET.

Questi sono i 12 autori candidati alla vittoria finale
  1. Andrea Bajani, Il libro delle case (Feltrinelli), proposto da Concita De Gregorio;
  2. Edith Bruck, Il pane perduto (La nave di Teseo), proposto da Furio Colombo;
  3. Maria Grazia Calandrone, Splendi come vita (Ponte alle Grazie), proposto da Franco Buffoni;
  4. Giulia Caminito, L’acqua del lago non è mai dolce (Bompiani), proposto da Giuseppe Montesano;
  5. Teresa Ciabatti, Sembrava bellezza (Mondadori), proposto da Sandro Veronesi;
  6. Donatella Di Pietrantonio, Borgo Sud (Einaudi), proposto da Nadia Fusini;
  7. Lisa Ginzburg, Cara pace (Ponte alle Grazie), proposto da Nadia Terranova;
  8. Giulio Mozzi, Le ripetizioni (Marsilio), proposto da Pietro Gibellini;
  9. Daniele Petruccioli, La casa delle madri (TerraRossa), proposto da Elena Stancanelli;
  10. Emanuele Trevi, Due vite (Neri Pozza), proposto da Francesco Piccolo;
  11. Alice Urciuolo, Adorazione(66thand2nd), proposto da Daniele Mencarelli;
  12. Roberto Venturini, L’anno che a Roma fu due volte Natale (SEM), proposto da Maria Pia Ammirati.