Museo del Sannio - cosa vedere
Cosa vedere nel Museo del Sannio a Benevento
26 Luglio 2022
galateo viaggiatori
Galateo dei viaggiatori: come comportarsi in viaggio
9 Agosto 2022

I migliori percorsi di trekking in Campania

trekking in Campania

Siete pronti a scoprire i migliori percorsi di trekking in Campania per fare escursionismo, mountain bike, arrampicata o altre attività all’aperto? Ci sono tantissimi sentieri per il trekking, percorsi per la mountain bike, escursioni da fare con lo zaino in spalla e altro ancora.

Non importa cosa stiate cercando, ci sono così tanti sentieri escursionistici in Campania da soddisfare le esigenze di tutti, anche percorsi di trekking adatti a tutta la famiglia per godersi un weekend di sole. Potete perfino programmare la vostra prossima avventura all’aria aperta su uno dei percorsi con cascate e viste panoramiche.

Elenco dei migliori percorsi di trekking in Campania

A seguire i migliori percorsi di trekking in Campania che abbiamo selezionato per voi.

  1. Sentiero degli Dei: Bomerano-Positano

 Fate questo percorso di trekking lungo circa 8 km nei pressi di Bomerano. Generalmente considerato un percorso moderatamente impegnativo, richiede in media 3 ore e 28 minuti per essere completato. Questa è un’area molto apprezzata per il backpacking, il birdwatching e l’escursionismo, quindi è probabile che incontrerete altre persone durante l’esplorazione. I periodi migliori per visitare questo sentiero vanno da marzo a settembre.

L’escursione offre viste mozzafiato sulle città costiere e sulla bellezza naturale della costa. Il punto di partenza è Bomerano, raggiungibile con l’autobus 5020 in direzione Agerola/Bomerano, in partenza dalla stazione principale degli autobus vicino alla spiaggia di Amalfi. Questa escursione può essere effettuata anche in giornata da Napoli. Il percorso è roccioso e termina con una lunga salita di scale fino a Positano. Potete anche seguire le indicazioni per scendere prima e ritrovarvi invece ad Arienzo. Da qui, la strada per Positano è breve, oppure potete prendere l’autobus per tornare ad Amalfi. Se invece fate il percorso inverso, da Positano a Bomerano, preparatevi a una salita più impegnativa.

  1. Sentiero degli Dei: Bomerano-Arienzo

È una bella escursione, non impegnativa in salita, ma sicuramente mette alla prova le gambe con gli oltre 1000 gradini che scendono verso le città, con bellissimi panorami. Se avete paura delle altezze questa escursione non è per voi in quanto camminerete sul bordo di enormi scogliere.

Si tratta di un percorso lungo circa 6 km, anche questo moderatamente impegnativo, che richiede in media 2 ore e 45 minuti per essere completato. Questo sentiero è frequentato da tutti coloro che amano il birdwatching e le lunghe passeggiate all’aria aperta. Il sentiero è aperto tutto l’anno ed è bello da visitare in qualsiasi momento. Il dislivello è di 211 metri e durante l’escursione si possono godere splendide viste panoramiche. Si parte da Bomerano cui si arriva prendendo l’autobus da Amalfi ad Agerola o quello da Agerola a Bomerano. Dopo aver pranzato ad Arienzo si può scegliere: prendere un autobus o un taxi oppure tornare a piedi ad Amalfi, oppure proseguire fino a Positano. Le scale sono impegnative ma si può arrivare al Gavatella Beach Club per un tuffo nel mare cristallino!

  1. Sentiero degli Dei: Nocelle-Bomerano

Questo percorso di trekking è lungo 5,3 km e si trova nei pressi di Positano. Non è molto impegnativo e ci vogliono poco più di 2 ore per completarlo. Si tratta di un sentiero molto frequentato, ma si può comunque godere di un po’ di solitudine nei momenti più tranquilli della giornata. Il dislivello è di 426 metri e lungo il percorso a ogni passo si gode di un’ampia vista sulle colline e sul mare. Non c’è molta ombra, quindi portatevi un cappello e una crema solare. Assicuratevi anche di avere scarpe robuste perché ci sono alcuni punti rocciosi che sono più facili da superare calzando scarpe che proteggono piedi e caviglie.

Secondo noi è una bellissima escursione grazie ai panorami mozzafiato, potreste anche incontrare qualche asino e capra. Se iniziate il percorso a Bomerano, ci sono due fontane d’acqua all’inizio del sentiero e un bar a un terzo del percorso. Da qui vi consigliamo di proseguire per altri 20 minuti, fino a raggiungere la vista su Positano: questa parte è un po’ ripida e rocciosa, non adatta a chi ha paura delle altezze.

  1. Sentiero monte Vesuvio

Questo sentiero fra andata e ritorno è lungo circa 3,4 km con un dislivello di appena 173 metri e si trova vicino Pompei. È un percorso facile, richiede in media 1 ora e 15 minuti per essere completato. Quest’area è molto frequentata da chi fa birdwatching, escursionismo e belle passeggiate, quindi certamente incrocerete altre persone durante il cammino. Il sentiero è aperto tutto l’anno ed è bellissimo da visitare in qualsiasi momento. Gli animali devono essere lasciati a casa: i cani non sono ammessi su questo sentiero, inoltre si paga un biglietto d’ingresso che deve essere prenotato.

Il parcheggio è spesso difficile da trovare, però per chi non vuol prendere l’auto c’è un autobus che porta i visitatori fino all’inizio del sentiero. Alcune parti del cratere possono essere chiuse e le possibilità di escursione potrebbero limitate. Comunque si gode di una splendida vista sia all’interno del vulcano che sul territorio circostante, su Pompei e Napoli.

  1. Valle delle Ferriere e dei Mulini

Si tratta di un percorso ad anello di 5 km vicino ad Amalfi. Anche questo discretamente impegnativo, ci si impiegano in media 2 ore per completarlo. Percorso di trekking frequentato dagli amanti del birdwatching, dell’escursionismo e del trail running, però nei momenti tranquilli della giornata ci si gode il silenzio e la solitudine di questo posto. Questo percorso è aperto tutto l’anno ed è adatto anche ai bambini.

Il sentiero è pulito: la prima metà vi porta a una vecchia cartiera abbandonata che vale la pena di vedere lungo un fiume con diverse piccole cascate. Una volta arrivati in cima (la grande cascata è attualmente chiusa), se non avete le ginocchia ben messe vi consigliamo di tornare indietro.

Il percorso attraversa un’area naturale con rovine di antichi mulini e culmina alle Antiche Ferriere, ovvero ciò che rimane di un’antica ferriera abbandonata. Se si gira a destra dopo le rovine, si può prendere il sentiero per Pontone per una sosta caffè e una vista ad Amalfi.

Il percorso per Pontone offre una splendida vista, ma da Pontone fino ad Amalfi è un sentiero a gradoni, molto impegnativo.

  1. Capri centro – Arco naturale

 Venite a scoprire questo facile percorso ad anello di 4 km che si trova a Capri. Ci si impiega di solito 1 ora e 30 per completarlo, molto frequentato dagli escursionisti e da chi ama le passeggiate.

L’anello, che parte da Capri Città, conduce all’Arco Naturale, un grande arco naturale sulla costa orientale di Capri. Il percorso di ritorno si snoda facilmente tra le frastagliate scogliere di sud-est. Al ritorno si passa per la Grotta di Mattermania, una grotta con resti romani, poi per Villa Malaparte, una casa futuristica in cima a un basso promontorio, e infine si ammirano i Faraglioni che emergono dal mare.

I panorami sono così belli da togliere il fiato. Assicuratevi solo di avere abbastanza tempo, perché farete così tante pause per fermarvi a godere del panorama che finirete per dover correre su per le scale nella seconda metà dell’escursione!

  1. Sentiero dei limoni

Questo è un percorso di trekking lungo quasi 3,9 km nei pressi di Maiori, piuttosto facile e che richiede mediamente 1 ora e 30 minuti per completarlo. Il percorso è sempre aperto nel corso dell’anno ed è estremamente piacevole.

Si tratta di un’escursione bella e divertente, in città, attraverso i limoneti terrazzati. Il percorso segue la costa e collega le città di Maiori e Minori, con bellissimi panorami lungo tutto il percorso. È necessario seguire i segnali sulle piastrelle e la vernice spray gialla sul terreno. Nel percorso si incontrano molte scale e in estate fa caldo, inoltre non c’è molta ombra per la maggior parte del sentiero, quindi armatevi di cappello, crema solare e borraccia con acqua fresca. Il percorso è un sentiero secolare che i contadini usavano per portare i limoni giù dalle terrazze con gli asini.

Qui osserverete una zona meravigliosa del territorio campano, residenziale e agricola allo stesso tempo, che mette in risalto l’accoglienza degli abitanti e gli straordinari limoni.

C’è un po’ di salita, ma il panorama ricompensa lo sforzo!

  1. Baia di Ieranto – Spiaggia Capitiello

È un percorso ad anello di 6 km vicino a Massa Lubrense, moderatamente impegnativo, che richiede quasi 2 ore di cammino. Questa è un’area molto frequentata dagli amanti del birdwatching, dell’escursionismo e delle passeggiate, quindi è un sentiero piuttosto affollato specie nel fine settimana.

Da la possibilità di fare un’incredibile passeggiata fuori dalle strade principali e dal trambusto delle città. Questa escursione è caratterizzata da molti saliscendi su un terreno roccioso, ma è estremamente gratificante. Lungo questo percorso vi aspettano panorami mozzafiato e un’antica torre di avvistamento medievale, La Torre di Montalto.

Se poi avete intenzione di trascorrere del tempo sulla spiaggia, vi consigliamo di andarci la mattina presto perché a mezzogiorno si affolla. Potete scendere per le scale dei minatori che vi portano direttamente alla spiaggia: non sono male in discesa ma in salita sono piuttosto estenuanti, inoltre sono rocciose e ripide. Altrimenti potete scendere in spiaggia percorrendo il sentiero turistico che è più pianeggiante ma più lungo.